Il Parlamento Europeo ha accordato l’alto patrocinio al Festival dell’Acqua. Riconoscendo all’evento la capacità di sensibilizzare il pubblico sul mondo dell’acqua, con approfondimenti in materia ambientale su come migliorare la gestione e l’efficienza dei servizi idrici, con attenzione alla ricerca e all’innovazione, guardando alla solidarietà internazionale.

Possono beneficiare di questo patrocinio gli eventi che presentano, tra le diverse peculiarità, una chiara dimensione europea e mettono in evidenza il ruolo del Parlamento europeo o dell’Unione europea nell’ambito dello specifico tema. In questo caso dell’acqua.

” Oggi osserviamo con profonda preoccupazione il progressivo deterioramento degli ecosistemi del pianeta e delle risorse idriche – ha scritto AntonioTajani, presidente del Parlamento Europeo -.  La scarsità di risorse idriche e i rischi ad esse connesse rappresentano una minaccia sempre più grave e la frequenza degli eventi climatici e atmosferici estremi è in aumento, così come la gravità dei loro effetti devastanti. Inoltre la scarsità delle risorse idriche è alla base di un crescente numero di conflitti tra le comunità”.

L’Unione Europea sta già adottando misure per pervenire a una gestione più sostenibile delle risorse idriche e dei sistemi agroalimentari grazie a PRIMA, il nuovo partenariato per la ricerca e l’innovazione nell’area mediterranea.

“ L’Istituzione che ho l’onore di presiedere si impegna strenuamente nella difesa dell’ambiente e nella lotta contro i cambiamenti climatici – prosegue AntonioTajani  nella sua lettera -. In tale contesto il Parlamento Europeo sta lavorando alacremente ad un atto legislativo volto a garantire un maggiore riutilizzo delle acque reflue trattate, promuovendo i risparmi di acqua e assicurando un elevato livello di protezione ambientale.

E’ quindi con grande piacere che accordo l’alto patrocinio del Parlamento Europeo. Il Festival dell’Acqua, ne sono certo, avrà un grande successo”.